Continua l’attività con l’Istituto San Donato

Continua l’attività con l’Istituto San Donato

Siamo la classe 1^C dell’Istituto Comprensivo “San Donato”, plesso di via Forlanini. Quest’anno abbiamo iniziato la nostra avventura in una nuova scuola, la Scuola Media. Ci conoscevamo quasi tutti, ognuno di noi con passioni diverse.

Durante le lezioni di italiano, insieme alle professoresse Asara, Fundoni e Mangatia, ci sono stati dei momenti in cui avevamo la possibilità di leggere libri di vario genere o fumetti, e fare delle annotazioni su un taccuino personale sugli aspetti che ci colpivano di più di un libro, condividendo le nostre idee e i nostri pensieri con il resto della classe.

Ma i libri che avevamo a disposizione erano molto limitati. Nonostante questo abbiamo iniziato a realizzare la nostra piccola biblioteca di classe, con l’aiuto delle professoresse e la collaborazione di tutti noi. Ci siamo dati delle regole, condivise all’interno di un regolamento deciso tutti insieme, in modo che non si creasse confusione al momento della lettura. È iniziato così il nostro progetto della biblioteca di classe, che ha coinvolto classi di tutto l’Istituto Comprensivo: la classe 5^ B della scuola primaria di via Forlanini, la 4^A della primaria di San Donato e le classi 2^A, 2^B, 3^A e 3^B della scuola secondaria.

Per arricchire la nostra biblioteca abbiamo chiesto aiuto alla Fondazione “Gabriele Bacchiddu”, che si occupa di promuovere la cultura, in ricordo di Gabriele, un ragazzo meritevole, curioso e intelligente, scomparso troppo presto. La Fondazione è stata ben felice di aiutarci.

Il 15 dicembre 2020, finalmente, abbiamo incontrato i fondatori, i genitori di Gabriele, e altri rappresentanti della Fondazione nel cortile della scuola di via Forlanini, alla presenza della Dirigente, la Dottoressa Patrizia Mercuri. La Fondazione ha donato ben più 300 libri, in collaborazione con la libreria Koinè di via Roma.

Per noi è stata una giornata speciale, educativa e, allo stesso tempo, commovente. Abbiamo scelto tre rappresentanti per presentare le attività che abbiamo svolto durante le fasi di avvio del progetto. In particolare: Riccardo Salis si è occupato di spiegare com’è nata l’idea della biblioteca e di far conoscere la progettazione fatta in classe; Thomas Turco ha spiegato il regolamento della biblioteca e, infine, Emanuele Pittalis ha donato alla Fondazione i segnalibri realizzati da noi in classe. La scuola primaria ha creato e presentato un cartellone bellissimo e coloratissimo contenente i sogni degli alunni, nato durante la lettura del “GGG” di Roal Dahl.

Maria, la libraia, ha letto per noi una bellissima riflessione sui giovani e la lettura. Aldo, invece, ha disposto su un tavolo alcuni dei libri donati alla scuola. Le copertine erano veramente invitanti e alcuni di noi non vedevano l’ora di prenderli in prestito per poterli gustare.

Il signor Bacchiddu ci ha raccontato tanti aneddoti interessanti, ci ha parlato del suo amore per la pittura e dell’importanza della curiosità, della cultura, della passione e della correttezza tra i giovani. Poi, con sua moglie, Donatella, ci hanno parlato di Gabriele e la storia della sua vita intesa, ma purtroppo breve, ci ha fatto commuovere tutti.

I signori Bacchiddu sono rimasti molto colpiti dalla nostra passione per la lettura e hanno deciso di continuare a collaborare con la nostra scuola.

Non vediamo l’ora di leggere i nuovi libri e di incontrare di nuovo la Fondazione, per leggere insieme e poter ispirare altri giovani e avvicinarli alla lettura.

Di seguito una foto dei bibliotecari delle scorse settimane, Davide e Matteo, impegnati nella catalogazione dei libri, e una piccola raccolta delle nostre impressioni, scritte sui nostri taccuini, dopo l’incontro.